Aprile è stato il mese contro distrazione alla guida: ma dobbiamo stare attenti tutto l’anno

Negli Stati Uniti,  è il mese nazionale della sensibilizzazione per prevenire la guida distratta. Anche nel resto del mondo è un’occasione valida per riorganizzarsi e assumersi la responsabilità delle scelte che facciamo quando guidiamo un’automobile o una motocicletta.

Aprile è il mese per la sensibilizzazione alla guida sicura

Il numero degli incidenti dovuto alle distrazioni non si riduce, serve un cambio radicale

Il cellulare è la principale distrazione alla guida

Tra le tante occasioni di distrazioni a causa dei dispositivi elettronici, il telefono resta la più frequente

Suggerimenti pratici per la sicurezza stradale

Le cattive abitudine vanno cambiate, bastano pochi semplici accorgimenti per autista e passeggeri

Aprile è il mese per la sensibilizzazione alla guida sicura

Negli Stati Uniti d’America, aprile è il mese nazionale di sensibilizzazione sui rischi della distrazione alla guida – Distracted Driving Awareness Month – un tema importantissimo in tutto il mondo. L’occasione per educare con ancora più attenzione le persone al volante, facendole riflettere sui comportamenti scorretti. Una iniziativa che si aggiunge alle numerose campagne di sensibilizzazione che periodicamente, anche in Italia, vengono promosse per ridurre il numero di incidenti con morti e feriti.

Nel 2019 negli Stati Uniti la guida distratta ha provocato 3.142 persone decedute, un aumento del 10% rispetto al 2018. I giovani conducenti sembrano più inclini a usare il telefono durante la guida. Secondo una ricerca NHTSA, quelli di età compresa tra 16 e 24 anni utilizzano i dispositivi elettronici portatili mentre guidano, in proporzione molto più elevata rispetto ai conducenti più anziani.

Anche in Italia il problema mantiene dimensioni molto preoccupanti, nonostante la transitoria diminuzione dei veicoli circolanti dovuti al lockdown nel 2020. Non si è infatti osservato un cambiamento sostanziale di mentalità, né l’adozione massiccia di comportamenti virtuosi, e lo dimostra il fatto che nel periodo tra agosto e settembre dell’anno scorso, con la circolazione della auto a pieno regime, si è registrato un nuovo incremento del 22% rispetto al 2019 di sanzioni per infrazione dell’articolo 173 del Codice della Starda, che disciplina l’uso dei telefoni cellulari durante la guida.

Servono misure radicali e molti stati si stanno organizzando con provvedimenti più severi. In America ad esempio quarantotto stati, il Distretto di Columbia, Porto Rico, Guam e le Isole Vergini vietano l’invio di messaggi di testo a tutti i conducenti; 25 stati vietano ai conducenti di utilizzare telefoni cellulari portatili durante la guida; e 39 stati più il Distretto di Columbia, Porto Rico, Guam e le Isole Vergini vietano l’uso del cellulare da parte di conducenti adolescenti o principianti.

Il cellulare è la principale distrazione alla guida

L’uso del telefono cellulare in automobile rimane  la principale causa di distrazione. Chi usa il cellulare al volante rischia gravissimi incidenti già a 50 km/h. Guardare il monitor di uno smartphone per appena due secondi ad una velocità di 50 chilometri all’ora, corrisponde a percorrere 28 metri alla cieca. Eppure nonostante le evidenze, l’inasprimento delle sanzioni e numerose campagne di sensibilizzazione, questa pessima abitudine resta diffusissima, soprattutto tra gli automobilisti più giovani.

Quasi il 100% degli adolescenti concorda sul fatto che inviare SMS e guidare è pericoloso, ma la metà ha ammesso di farlo comunque. Allargando il focus a tutte le età, secondo il recente monitoraggio dell’Osservatorio stili di guida promosso da A4 Holding nel 2020, su 1.330 veicoli il 12% del totale dei conducenti guida in autostrada utilizzando lo smartphone. Un comportamento rischiosissimo che non accenna a diminuire. Nonostante tutto, l’obiettivo di ANAS rimane la riduzione degli incidenti stradali sulla rete stradale e autostradale del 50% entro il 2030.

Suggerimenti pratici per la sicurezza stradale

Ecco alcuni semplici e pratici suggerimenti, praticabili da tutti per evitare distrazioni pericolose:

Se hai necessità di inviare un messaggio, accosta e parcheggia l’auto in un luogo sicuro.

Consenti al passeggero di accedere al tuo telefono per rispondere alle chiamate o messaggi, al posto tuo.

Non scorrere le app, inclusi i social media, durante la guida. L’uso del telefono cellulare può creare dipendenza. Se pensi di non riuscire ad astenerti dalla consultazione dello smartphone, riponilo prima di partire in un vano portaoggetti della tua vettura o nel sedile posteriore.

Se chi guida sta scrivendo messaggi o è distratto in altro modo, digli di fermarsi e concentrarsi sulla strada.

Chiedi ai tuoi amici di unirsi a te nell’impegno a non guidare distratti. Potresti salvare una vita! Condividi la tua promessa sui social media per spargere la voce – #JustDrive.

 

L’articolo Aprile è stato il mese contro distrazione alla guida: ma dobbiamo stare attenti tutto l’anno sembra essere il primo su Blog Linear.