Assicurazione auto scaduta: cosa devi sapere

Guidare una macchina con l’assicurazione auto scaduta comporta il rischio di sanzioni. Non solo, va sempre ricordato che il risarcimento, in caso di incidente, è negato. Il tacito rinnovo non esiste più ed è più facile dimenticare di rinnovare o cambiare polizza Rc auto. Cerchiamo allora di capire che cosa succede quando l’assicurazione auto scade.

assicurazione auto scaduta

Assicurazione auto scaduta: non esiste più il tacito rinnovo

La quotidianità è fatta di scadenze. Tante scadenze. Non è sempre facile tenerle tutte sott’occhio e può capitare di dimenticarne qualcuna, compresa quella che riguarda l’assicurazione auto.

Già, anche l’RC auto scade, e dal 2013 l’assicurazione auto s’interrompe in modo naturale al suo termine poiché non avviene più il tacito rinnovo. Non è necessario dare la disdetta: l’assicurazione auto scade automaticamente al termine indicato nel contratto.

Se da un lato ciò permette agli automobilisti di scegliere più facilmente in un mercato assicurativo più dinamico, dove le offerte sono numerose e tendenti al ribasso, d’altra parte può capitare più spesso che gli assicurati dimentichino di rinnovare la polizza d’assicurazione auto. 

Preventivo assicurazione auto

In quest’ultimo caso non vale la pena di allarmarsi troppo, perché nei 15 giorni successivi alla scadenza dell’RC auto, la copertura assicurativa continua ad essere valida e si ha il tempo di rinnovarla. Quindi niente multe e i risarcimenti sono garantiti secondo le condizioni contrattuali. Questi 15 giorni costituiscono il cosiddetto periodo di tolleranza.

Assicurazione auto: il periodo di tolleranza

Come accennato, dalla scadenza dell’assicurazione auto la copertura è ancora garantita nei successivi 15 giorni. Vediamo nel dettaglio alcune precisazioni riguardo il periodo di tolleranza:

  • è valido solo in Italia, all’estero sei scoperto in quei quindici giorni;
  • è previsto per le assicurazioni semestrali come per quelle annuali, non c’è differenza;
  • è previsto per legge quindi non dev’essere specificato nel contratto;
  • è valido anche per l’assicurazione auto delle macchine guidate dai neopatentati;
  • è valido anche nel caso in cui sia già stata inviata una raccomandata che chiarisce l’intenzione di non rinnovare il contratto assicurativo;
  • è valido per la sola responsabilità civile e non per coperture tipo furto, incendio, atti vandalici e tutela verso terzi, se non specificato nel contratto;
  • scade alle 23.59 del quindicesimo giorno dalla scadenza della polizza d’assicurazione auto, a mezzanotte il veicolo non è più coperto.

Assicurazione auto scaduta: cosa c’è da sapereClick To Tweet

RC auto scaduta? Ti avvisa la compagnia

La tecnologia e i sistemi di comunicazione basati su Internet ci permettono di essere informati in tempo reale su ogni cosa, quindi anche sulla scadenza dell’assicurazione auto.

Di solito le compagnie assicurative si premurano di inviare all’assicurato un promemoria un mese prima della scadenza della polizza. Gli avvisi possono arrivare via e-mail o attraverso le app messe a disposizione da quasi tutte le compagnie assicurative.

Dato che non esiste più il tacito rinnovo, alla scadenza dell’assicurazione auto puoi scegliere di confermare la compagnia assicurativa oppure di cambiare. Un ottimo consiglio è quello di confrontare le proposte delle varie compagnie e poi decidere, puoi farlo utilizzando il comparatore online che dal 2000 ha fatto risparmiare milioni di assicurati a parità di servizio assicurativo.

Dove si trova la data di scadenza della polizza auto

La polizza RC auto contiene due date fondamentali:

  • data di decorrenza;
  • data di scadenza.

Alla data di scadenza vanno poi aggiunti i 15 giorni di tolleranza, per ottenere la data precisa del termine della copertura assicurativa.

Entrambe le date sono reperibili:

  • direttamente sulla propria polizza assicurativa;
  • online su Il Portale dell’Automobilista, andando alla sezione “Copertura RCA”, selezionando la voce “veicolo”, il tipo di veicolo ed inserendo il numero di targa.

Sanzioni per circolazione con assicurazione auto scaduta

Devi sapere innanzitutto che ormai è molto facile per le Forze dell’Ordine distinguere i mezzi non assicurati e comminare le sanzioni previste. Infatti i nuovi sistemi come il targa system, di cui abbiamo parlato nell’articolo Targa System: cos’è, come fuziona, la mappa e le multe permettono di individuare in tempo reale le automobili che non sono in regola con l’assicurazione auto. In più, ora c’è anche il sistema “Nuvola“, se vuoi sapere di cosa si tratta puoi dare un’occhiata a Nuvola: cos’è, come funziona, la mappa e le multe.

Se circoli con la RCA scaduta rischi:

  • una sanzione amministrativa che va da 849 a 3.396 euro;
  • il sequestro del veicolo fino alla stipula della polizza assicurativa della durata di almeno 6 mesi;
  • la confisca dell’auto nel caso in cui non vengano pagati multa e oneri di trasporto e custodia del mezzo sequestrato;
  • la sospensione della patente da 1 a 2 mesi nel caso in cui il mancato rinnovo della polizza RCA avvenga per due volte nell’arco di un biennio (in questo caso è anche previsto il raddoppio delle sanzioni).

Abbiamo poi un esempio eclatante, avvenuto in Toscana, dove un guidatore si è visto comminare una sanzione di 9.350 euro. Se l’argomento t’interessa in modo particolare, dovresti leggere l’articolo Circolare senza assicurazione? Può costarti più della polizza.

Fai attenzione! Un veicolo non assicurato è passibile di contravvenzione anche quando si trova in sosta in un’area pubblica. In poche parole: non è necessario che l’automobile sia in marcia, è sufficiente che l’assicurazione sia scaduta da più di 15 giorni. Se il tuo veicolo non è coperto dall’RC auto, tienilo in un’area privata e provvedi al rinnovo (o al cambio) della polizza prima di rimetterti a guidare su strada.

Cosa succede in caso di incidente con assicurazione auto scaduta

Se circoli senza copertura assicurativa, oltre alle sanzioni di cui abbiamo parlato, si aggiunge un ulteriore rischio se si causa un incidente stradale.

Possono verificarsi due eventualità:

  • se hai la RCA scaduta e sei responsabile del sinistro, i danneggiati vengono risarciti attraverso il Fondo di Garanzia Vittime della Strada, che poi eserciterà il diritto di rivalsa sul tuo patrimonio personale;
  • se hai la RCA scaduta e sei coinvolto nel sinistro in qualità di danneggiato, otterrai un risarcimento dalla compagnia assicurativa (lo afferma in diverse sentenze la Cassazione, secondo cui il diritto all’indennizzo se la responsabilità è altrui non cade nemmeno in presenza di una polizza scaduta).

Assicurazione auto scaduta semestrale

La Legge stabilisce che le polizze assicurative auto hanno durata di un anno.

[alert type=”yellow”]La scadenza semestrale riguarda solo la rateizzazione del pagamento del premio assicurativo.[/alert]

Infatti, al momento della stipula del contratto, è possibile scegliere di pagare l’intero importo per un anno o in due rate, appunto, semestrali.

Per ciò che riguarda la copertura assicurativa, è sempre valido il periodo di tolleranza di cui abbiamo parlato: se non viene pagata la seconda rata semestrale, decorsi i 15 giorni, il veicolo non è più coperto dall’assicurazione auto.

Ad ogni modo la seconda rata RC auto è sempre dovuta.

L’articolo Assicurazione auto scaduta: cosa devi sapere sembra essere il primo su https://www.6sicuro.it

Seguici su Google+