Amazon spinge sulle assicurazioni: cos’è Amazon Insurance Accelerator

Negli ultimi anni, tra le sue varie “esplorazioni” in settori complementari, Amazon si è gradualmente affacciato anche nel mondo assicurativo. Dopo la collaborazione siglata con l’unicorno insurtech Next Insurance, il gigante e-commerce i compie un nuovo passo con il lancio del suo Amazon Insurance Accelerator: un servizio per supportare i venditori nella scelta e adozione di coperture assicurative a buon prezzo e da provider affidabili da affiancare ai propri prodotti.

Scrive Amazon nel suo blog:

“A lungo i nostri venditori sono stati tenuti a ottenere un’assicurazione sulla responsabilità per danni causati dai propri prodotti, e vogliamo renderlo più facile e conveniente. Abbiamo lavorato con un broker assicurativo per creare Amazon Insurance Accelerator, un network di fornitori di assicurazioni controllati che valuterà e, in caso sia necessario, offrirà un’assicurazione di responsabilità civile a tariffe competitive ai venditori idonei. I venditori pagheranno solo il costo dell’assicurazione stessa.”

Un nuovo strumento che non sarà obbligatorio utilizzare, precisa Amazon: i venditori potranno continuare a ottenere coperture assicurazione da qualsiasi provider autorizzato. Il servizio Amazon Insurance Accelerator viene incontro a tutti quei business, specialmente di piccole e medie dimensioni, che trovino difficoltà nel compiere questa scelta da soli, o siano interessati a tariffe agevolate.

“Amazon ha lanciato questo nuovo servizio in concomitanza con l’abbassamento a $10K della soglia di fatturato mensile oltre la quale Amazon richiede ad un venditore di dotarsi di una polizza RC Prodotti” scrive Yuri Poletto, Insurance Open Innovation Consultant e Responsabile dell’Osservatorio Open Insurance di Italian Insurtech Association. “Un ulteriore passo di Amazon nel mercato assicurativo, un’ottima notizia per il mercato che non potrà che beneficiare della maggiore concorrenza esercitata da questa mossa di Amazon.”

Il network, per la creazione del quale Amazon si è avvalsa della collaborazione del broker assicurativo Marsh, includ e Chubb, Harborway Insurance underwritten by Spinnaker Insurance Company, Hiscox, Liberty Mutual Insurance, Markel, e Travelers. Per la digitalizzazione delle polizze e dei processi il network si avvale invece dei servizi offerti dalle insurtech BOLD PENGUIN e Simply Business.

L’articolo Amazon spinge sulle assicurazioni: cos’è Amazon Insurance Accelerator proviene da InsuranceUp.


Amazon potrebbe diventare un broker delle assicurazioni casa

Segnali di fumo al mondo assicurativo Amazon ne sta facendo da tempo: già nel 2016, come avevamo scritto qui, Amazon.co.uk aveva lanciato Amazon Protect, una polizza contro danni accidentali, guasti, furti degli oggetti (dalla lavatrice al telefonino) acquistati attraverso la stessa piattaforma di ecommerce, polizza realizzata in collaborazione con The Warranty Group, una polizza caratterizzata da una totale integrazione nel processo di acquisto dei prodotti sulla piattaforma da essere assolutamente seamless e ‘indolore’ per il cliente, il massimo in termini di customer experience.

Nel 2018 ha acquisito Acko, una startup insurtech indiana, una compagnia assicurativa vera e propria, digital-first, che punta sull’offerta di polizze low-cost ma altamente personalizzate, in un mercato enorme e in cui il business assicurativo cresce, sostenuto da iniziative pubbliche.

Sempre nel 2018, Amazon ha stretto una partnership con Berkshire Hathaway, la Compagnia di Warren Buffet, e  JPMorgan Chase & Co. volta a offrire una polizza per un’assistenza sanitaria semplice, di alta qualità e trasparente, a costi ragionevoli, ai loro dipendenti statunitensi, progettata per migliorare la soddisfazione dei dipendenti e ridurre i costi; e un’altra partnership con la Compagnia statunitense Travelers per l’offerta di prodotti smart home, e collegata polizza, attraverso il marketplace Amazon.

Certamente, la smart home è un nuovo ecosistema di sviluppo del business in cui ci sta dentro benissimo anche una polizza.

Per la società di consulenza CB Insights, l’industria assicurativa è uno dei settori in cui nei prossimi anni porterà disruption: la spiegazione è in breve che può farlo.

CB Insights ha osservato che l’azienda ha un vantaggio competitivo rispetto alle startup insurtech grazie alla sua larga clientela fedele e all’ampia gamma di prodotti esistenti, il che significa che l’aggiunta di un’assicurazione costituirebbe solo un cambiamento delle user experience di lieve entità.

CB Insights ha osservato che l’azienda ha un vantaggio competitivo rispetto alle start-up insurtech grazie alla vasta clientela fedele e alla vasta gamma di prodotti esistenti, il che significa che l’aggiunta di un’assicurazione costituirebbe solo un cambiamento della user experience di lieve entità.

Per quanto riguarda la distribuzione, Amazon potrebbe semplicemente applicare alle compagnie assicurative tradizionali una consistente commissione per re-indirizzare i clienti, come ha già fatto con il Warranty Group, che assicura Amazon Protect nel Regno Unito.

Il marchio forte di Amazon e la fiducia dei clienti potrebbe renderla un’opzione molto interessante per i consumatori alla ricerca di un’offerta assicurativa maggiormente soddisfacente.

L’articolo Amazon potrebbe diventare un broker delle assicurazioni casa proviene da InsuranceUp.


Amazon potrebbe diventare un broker delle assicurazioni casa

Segnali di fumo al mondo assicurativo Amazon ne sta facendo da tempo: già nel 2016, come avevamo scritto qui, Amazon.co.uk aveva lanciato Amazon Protect, una polizza contro danni accidentali, guasti, furti degli oggetti (dalla lavatrice al telefonino) acquistati attraverso la stessa piattaforma di ecommerce, polizza realizzata in collaborazione con The Warranty Group, una polizza caratterizzata da una totale integrazione nel processo di acquisto dei prodotti sulla piattaforma da essere assolutamente seamless e ‘indolore’ per il cliente, il massimo in termini di customer experience.

Nel 2018 ha acquisito Acko, una startup insurtech indiana, una compagnia assicurativa vera e propria, digital-first, che punta sull’offerta di polizze low-cost ma altamente personalizzate, in un mercato enorme e in cui il business assicurativo cresce, sostenuto da iniziative pubbliche.

Sempre nel 2018, Amazon ha stretto una partnership con Berkshire Hathaway, la Compagnia di Warren Buffet, e  JPMorgan Chase & Co. volta a offrire una polizza per un’assistenza sanitaria semplice, di alta qualità e trasparente, a costi ragionevoli, ai loro dipendenti statunitensi, progettata per migliorare la soddisfazione dei dipendenti e ridurre i costi; e un’altra partnership con la Compagnia statunitense Travelers per l’offerta di prodotti smart home, e collegata polizza, attraverso il marketplace Amazon.

Certamente, la smart home è un nuovo ecosistema di sviluppo del business in cui ci sta dentro benissimo anche una polizza.

Per la società di consulenza CB Insights, l’industria assicurativa è uno dei settori in cui nei prossimi anni porterà disruption: la spiegazione è in breve che può farlo.

CB Insights ha osservato che l’azienda ha un vantaggio competitivo rispetto alle startup insurtech grazie alla sua larga clientela fedele e all’ampia gamma di prodotti esistenti, il che significa che l’aggiunta di un’assicurazione costituirebbe solo un cambiamento delle user experience di lieve entità.

CB Insights ha osservato che l’azienda ha un vantaggio competitivo rispetto alle start-up insurtech grazie alla vasta clientela fedele e alla vasta gamma di prodotti esistenti, il che significa che l’aggiunta di un’assicurazione costituirebbe solo un cambiamento della user experience di lieve entità.

Per quanto riguarda la distribuzione, Amazon potrebbe semplicemente applicare alle compagnie assicurative tradizionali una consistente commissione per re-indirizzare i clienti, come ha già fatto con il Warranty Group, che assicura Amazon Protect nel Regno Unito.

Il marchio forte di Amazon e la fiducia dei clienti potrebbe renderla un’opzione molto interessante per i consumatori alla ricerca di un’offerta assicurativa maggiormente soddisfacente.

L’articolo Amazon potrebbe diventare un broker delle assicurazioni casa proviene da InsuranceUp.