Circulo Health, l’insurtech che digitalizza le polizze Medicaid negli Usa

Fondata meno di un anno fa, nel 2020, l’insurtech Circulo Health si è già rivelata essere estremamente promettente. Nel suo primo round di investimenti, chiuso a metà febbraio, la startup ha infatti raccolto 50 milioni di dollari grazie anche al supporto ricevuto da compagnie di rilievo come Drive Capital e General Catalyst.

Circulo Health promette di rivoluzionare il mercato americano delle polizze sanitarie Medicaid grazie all’uso di tecnologie innovative: il Ceo Sean Lane, infatti, è anche alla guida della compagnia di intelligenza artificiale Olive.

Gli obiettivi di Circulo Health

Basata a Columbus, in Ohio, al momento Circulo Health si rivolge a un pubblico prettamente americano e, più nel dettaglio, ai clienti del programma Medicaid: un servizio assicurativo federale dedicato a individui e famiglie con difficoltà economiche e appartenenti a una fascia di reddito particolarmente bassa. Attualmente più di 77 milioni di persone fanno affidamento su Medicaid per avere accesso a una copertura sanitaria di base, non potendo accedere ad altre polizze private e spesso particolarmente costose.

Circulo Health lavora con le agenzie statali che erogano le polizze Medicaid – un ambito dall’alto potenziale, ma spesso trascurato dal mondo insurtech – mettendo a loro disposizione una piattaforma digitalizzata e intuitiva che renda più semplice la gestione del processo assicurativo.

La startup sta ancora muovendo i primi passi, ed è attualmente alla ricerca di personale.

Sean Lane e il legame con Olive

Circulo Health nasce da un’idea di Sean Lane, noto imprenditore e già Ceo della compagnia tech Olive, specializzata nei sistemi di intelligenza artificiale per il mondo della sanità. La startup, recentemente diventata unicorno, collabora con più di 600 ospedali e offre software per la gestione di pratiche tanto quotidiane quanto complesse dal punto di vista burocratico, come il controllo della posizione assicurativa dei pazienti o lo scambio di ricette mediche tra farmacie.

Circulo Health porterà quindi nel mondo insurtech l’ormai rodata tecnologia di Olive, in modo da automatizzare la gestione delle polizze Medicaid e semplificare il lavoro delle agenzie statali incaricate di monitorare il programma.

Il profilo del Ceo Sean Lane, d’altra parte, è ben noto nel panorama tech americano: prima di lanciarsi nel mondo dell’imprenditoria, Lane ha lavorato per i servizi di intelligence e ha servito per diversi anni nell’esercito, portando a termine spedizioni in Iraq e Afghanistan. Le difficoltà comunicative sperimentate sul campo hanno portato Lane a co-fondare la sua prima compagnia, Battlefield Telecommunications Solutions LLC (Bts), nel 2011.

Da allora, non si è mai fermato: oltre a Olive e Circulo Health, è anche co-founder della Digital Harbor Foundation, un’organizzazione non-profit che promuove programmi formativi in ambito digitale; e Betamore, co-working e hub di innovazione nei pressi di Baltimora.

L’articolo Circulo Health, l’insurtech che digitalizza le polizze Medicaid negli Usa proviene da InsuranceUp.