Cosa fare in caso di ghiaccio sul vetro

Alcuni consigli pratici per sbrinare il parabrezza durante l’inverno. Rimedi “fai da te” per prevenire la formazione del ghiaccio o per rimuoverlo velocemente, evitare danni e assicurare la massima visibilità.

Trovare accumuli di ghiaccio o di neve sul parabrezza o finestrini dell’auto parcheggiata all’esterno durante il periodo invernale con temperature gelide, è molto frequente. Lasciando l’auto parcheggiata di notte al freddo, spesso si ritrova il vetro completamente ghiacciato. Per fortuna esistono dei metodi veloci, pratici ed ecologici per prevenirne la formazione. Vediamo qualche consiglio per trovare l’auto con i vetri puliti, rimuovendo il ghiaccio senza danneggiarli.


Ghiaccio vetro auto: come prevenirlo

Con evitare la formazione delle lastre di ghiaccio sul parabrezza, causate dalle basse temperature

Ghiaccio su vetro auto: come eliminarlo

Alcuni metodi rapidi e pratici per proteggere l’auto e rimuovere il ghiaccio

Ghiaccio sul vetro dell’auto: gli strumenti

Panno, raschietti e articoli specifici, ma anche manutenzione con acqua e aceto

Ghiaccio sul vetro dell’auto: i consigli

Cosa fare quando trovate il parabrezza coperto di ghiaccio. Prevenire il punto di congelamento

Ghiaccio su vetro auto: come prevenirlo

A nessuno piace perdere tempo raschiando il ghiaccio accumulatosi sul parabrezza, soprattutto di mattina presto quando è ancora molto freddo; per evitare questo inconveniente basta preparare un trattamento per i vetri prima di lasciare il veicolo esposto alle basse temperature per molte ore. Per farlo bisogna preparare un composto formato da 50% d’aceto e 50% di acqua; questa soluzione, spruzzata sui vetri, servirà a prevenire la formazione del ghiaccio. In alternativa, se non avete dell’aceto, potete sostituirlo con dell’alcool denaturato. Un altro metodo ancora più rapido è quello di applicare un telo o un cartone sui vetri, prevenendo così la formazione di ghiaccio.

Ghiaccio su vetro auto: come eliminarlo

La miscela con aceto o alcool è utile anche per sciogliere le lastre di ghiaccio già formate sul parabrezza: basterà mescolare 3 cucchiai di alcool al liquido per la pulizia dei cristalli e riempire il serbatoio posizionato sotto il cofano dell’automobile. In questo modo, avrete creato una sostanza ad alta capacità di scioglimento del ghiaccio che potrete spruzzare sui vetri; le spazzole rimuoveranno velocemente il problema.

Un’alternativa consiste nello strofinare il vetro con un panno leggermente imbevuto di glicerina, utile anche a evitare che i vetri si appannino per effetto del vapore acqueo. Fate però attenzione a non versare mai acqua calda direttamente sui vetri, poiché rischiereste di provocare delle crepe a causa del forte sbalzo di temperatura.

Se non avete a disposizione questi prodotti allora non vi resta che accendere il veicolo e aspettare pazientemente che il motore si riscaldi, dopo aver acceso l’aria calda posizionandola al parabrezza; durante l’attesa del riscaldamento dell’abitacolo non azionate i tergicristalli lavavetri per evitare di danneggiarli facendoli urtare sul ghiaccio.

Non utilizzate mai il sale che potrebbe provocare dei graffi sul vetro o corrodere lo strato interno in caso di crepa o scheggiatura.

Ghiaccio sul vetro dell’auto: gli strumenti

Gli accessori antighiaccio che non dovrebbero mai mancare in automobile per pulire il vetro ghiacciato, senza provocare danneggiamenti sono:

  • Un panno e il raschietto anti gelo
  • Guanti per facilitare le operazioni di rimozione della neve e del ghiaccio
  • Bomboletta spray con un prodotto deghiacciante reperibile in negozi di forniture per automobili
  • Se non avete a disposizione un raschietto e dell’acqua, potete usare un oggetto non appuntito, di plastica, come ad esempio una normale tessera plastificata da usare con cautela

Ghiaccio sul vetro dell’auto: i consigli

L’ideale per evitare il congelamento del parabrezza durante le rigide temperature invernali sarebbe avere una vettura dotata di parabrezza termico fornito come optional da molte case automobilistiche, che funziona esattamente come lo sbrinatore del lunotto posteriore, per riscaldare il vetro attraverso una serie di resistenze collocate al suo interno. Anche gli spray specifici sono molto comodi ma si esauriscono rapidamente a causa delle ridotte dimensioni.

I raschietti sono la soluzione più pratica ed economica, hanno una fascia di gomma per non lasciare segni sul vetro, tuttavia con le temperature basse dedicare alcuni minuti a rimuovere lo strato di ghiaccio, a mano, potrebbe essere problematico.

In generale sarebbe meglio agire per cercare di prevenire il parabrezza ghiacciato, perciò i rimedi “fai da te” con aceto o alcool denaturato, panno in micro fibra e glicerina, sono un’ottima soluzione.

Oltre alle cose da fare, ve ne sono alcune da evitare: non utilizzare mai il sale che potrebbe graffiare il vetro o corrodere lo strato interno in caso di crepa o scheggiatura. Non usare nemmeno l’acqua bollente in quanto lo sbalzo di temperatura crea uno shock termico talmente forte da danneggiare il parabrezza.

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

L’articolo Cosa fare in caso di ghiaccio sul vetro sembra essere il primo su Blog Linear.