Dormire in macchina è legale?

Se volete intraprendere un viaggio con un budget limitato, o avete bisogno di riposare in assenza di un alloggio, potete decidere di dormire nella vostra automobile. Vediamo dove sostare e quali sono le regole da rispettare

In Italia si può dormire in macchina, nessuna legge lo vieta, ma ci sono alcune regole da rispettare. Si potrebbe scegliere di dormire in macchina per riposarsi dopo lunghi spostamenti, prima di riprendere un viaggio o per risparmiare il costo dell’hotel. Bisogna fare attenzione a non fermarsi in punti dove vige il divieto di sosta o di parcheggio e non bisogna creare intralcio o pericolo per la circolazione stradale. I singoli Comuni, con un’apposita ordinanza per prevenire fenomeni di bivacco in città, potrebbero disporre il divieto del pernottamento in auto, perciò meglio informarsi preventivamente. Vediamo dove parcheggiare nei luoghi all’aperto, e come attrezzarsi.


Dormire in macchina: si può?

Guidare è faticoso, siete stanchi e avete bisogno di riposare ma non avete a disposizione un letto pronto? In Italia ogni persona può dormire all’interno di un’automobile, non esiste alcuna norma di legge che lo vieta. Pertanto se vi trovate momentaneamente senza un alloggio o un albergo, oppure se durante le vacanze volete fare una sosta e riposare in macchina, non commettete alcun illecito.

Si tratta di una pratica non molto diffusa, soprattutto se siete in viaggio con famiglie e bambini, ma è comunque una buona idea per non rischiare di addormentarsi al volante.

Dormire in macchina: quando è vietato

Se reputate il vostro veicolo abbastanza comodo per riposare, non rischiate alcuna multa, ma dovete rispettare alcune semplici regole. Sebbene non esista alcuna legge in Italia che vieti di dormire in auto, va detto che può diventare illegale in presenza di alcune specifiche circostanze.

In alcuni comuni potrebbe essere valida un’ordinanza che vieta di dormire in macchina prevendendo una sanzione amministrativa. Ma anche il Codice della Strada prevede delle eccezioni: è vietato dormire in macchina nel caso in cui l’auto venga parcheggiata in luoghi non idonei, come un posto riservato agli invalidi, nella corsia di emergenza dell’autostrada, in un parcheggio riservato al carico e scarico delle merci. Ovviamente non si può sostare e riposare in auto in prossimità di una curva e sulle strisce pedonali.

L’inosservanza delle ordinanze comunali e del Codice della Strada comporta delle sanzioni. L’articolo 650 del Codice penale prevede che chiunque non osservi un provvedimento dell’Autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o d’igiene, è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206,00 euro.

Se le autorità competenti riscontrano lo stato di ubriachezza del conducente che dorme in auto possono inoltre contestargli il reato di guida in stato di ebrezza.

Dormire in macchina: dove parcheggiare

Per trascorrere la notte in auto basta parcheggiare dove è consentito, in assenza di un divieto specifico. Campeggio, aree di servizio o aree di sosta autorizzate sono tutti luoghi dove potete tranquillamente parcheggiare e riposarvi. Non dovete nemmeno osservare un limite di tempo definito per sostare, a meno che quella zona specifica non sia soggetta ai consueti turni di pulizia delle strade.

In autostrada e sulle strade extraurbane principali non è consentito utilizzare le piazzole di sosta (e men che meno quelle di emergenza), su cui bisogna fermarsi solo in caso di reale necessità. Per schiacciare un semplice pisolino sono molto più indicate le aree di sosta all’interno delle stazioni di servizio.

Scegliete un ambiente comodo in cui parcheggiare l’automobile per passare la notte, possibilmente lontani dal traffico e dall’ingresso dei negozi, ma nemmeno troppo isolati.

Dormire in macchina: qualche consiglio

Se decidete di dormire in macchina in una zona consentita alla sosta in estate, tenete i vetri leggermente abbassati per consentire la circolazione dell’aria e magari ogni tanto accendete il condizionatore per rinfrescare l’abitacolo. Se invece siete intenzionati a riposarvi in zone con basse temperature, ogni tanto accendete il riscaldamento, restando sempre svegli mentre il motore è acceso.

Togliete le chiavi dal blocchetto di accensione durante la sosta: se vi addormentate con le chiavi inserite nel cruscotto c’è la possibilità che la vettura venga considerata accesa, con un conducente addormentato. Non lasciate le luci accese per evitare il rischio di scaricare la batteria, bloccate le portiere e tenete le chiavi in tasca.

Probabilmente sfrutterete il sedile anteriore del passeggero per riposarvi, opportunamente reclinato per poter distendere il corpo il più possibile; perciò rivestitelo con una coperta e ponete sul poggiatesta un cuscino, in modo da rendere un po’ più comoda la posizione del collo durante la notte. In alternativa potete utilizzare i sedili posteriori per distendere meglio la schiena, sebbene sia più difficile distendere le gambe. Portate un sacco a pelo, utilissimo soprattutto di notte nel caso in cui le temperature scendano eccessivamente.

Tra gli altri strumenti consigliati non possono mancare una bottiglia d’acqua, una torcia elettrica, il telefono cellulare da utilizzare per chiedere assistenza e puntare la sveglia. Una sorta di kit per le emergenze che ogni viaggiatore dovrebbe sempre portare con sé.

Parcheggiate il vostro mezzo in una zona ragionevolmente ben illuminata; sebbene possa sembrare un controsenso quando si ha sonno, è meglio fermarsi in un punto non completamente buio, per questioni di sicurezza.

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

L’articolo Dormire in macchina è legale? sembra essere il primo su Blog Linear.