Guida per pulire i sedili dell’auto

Per rimuovere le macchie all’interno dell’abitacolo ci sono alcuni accorgimenti da seguire utilizzando diversi detergenti. Se non volete rivolgervi ad un autolavaggio potete comunque igienizzare la tappezzeria senza rovinarla. Ecco alcuni consigli.

Per mantenere la vettura perfettamente efficiente oltre alla funzionalità delle componenti meccaniche è importante che gli interni del veicolo siano sempre puliti e sanificati per un viaggio piacevole in comfort e sicurezza. In commercio sono disponibili diversi prodotti ad azione disinfettante, ma si possono anche scegliere metodi più casalinghi per pulire i sedili dell’auto, eliminare le macchie e rimuovere lo sporco difficile.

Vediamo alcuni consigli pratici per un abitacolo pulito e sanificato.


Dall’inchiostro al caffè, vediamo le macchie più frequenti e i modi di rimuoverle

Il pulitore a vapore è una soluzione rispettosa dei materiali, molto efficace per rimuovere la sporcizia

Munitevi di un detergente poco aggressivo, una spazzola a setole morbide e acqua demineralizzata

Servono acqua, bicarbonato di sodio e lavaggi a secco per evitare di rovinare i sedili

Tipologie di macchie: come pulirle e cosa usare

In auto per la manutenzione igienica non dovrebbero mai mancare un pennello a setola dura, sapone, sgrassatore e una spugna.

Pulire l’interno della tua macchina è importante come lavare l’esterno, un abitacolo lustro e igienizzato porta beneficio alla tua salute. Oltre ai residui organici, come il cibo, le briciole o gli acari, i sedili e l’abitacolo possono sporcarsi con diverse macchie; inoltre se si portano a bordo animali facilmente può esserci cattivo odore.

Per l’inchiostro, ad esempio, si può spruzzare la lacca per capelli, tamponare con un panno inumidito e pulito, cercando di evitare di allargare la macchia.

Se siete alle prese invece con grasso, olio, cibo o rossetto un buon rimedio può essere un panno di cotone imbevuto di solvente per vernici diluito con acqua. Quando il tessuto è bagnato, cospargete la zona con sale o amido di mais e lasciate agire per almeno otto ore.

Un’altra macchia insidiosa è provocata dal caffè: tamponate con della carta per assorbire o un fazzoletto il caffè in eccesso, poi versateci subito sopra dell’acqua fredda e spruzzate uno spray detergente per vetri. Se la macchia dovesse resistere, usate il detersivo per i piatti e risciacquare poi con acqua calda. In alternativa potete mescolare in una ciotola un bicchiere di acqua a temperatura ambiente e mezzo bicchiere di aceto, poi tamponate più volte e lasciate in azione per almeno 15 minuti.

Infine la macchia più temuta, sgradevole e difficile da pulire, frequente per chi ha bambini piccoli a bordo: il vomito spesso causato dal mal d’auto. Il consiglio primario è quello di cercare di pulire prima possibile con abbondante acqua fredda, e poi strofinare con cura un sapone liquido delicato con acqua calda, usando un fazzoletto o un asciugamano. Completare il lavaggio con acqua gassata, tamponando con un panno. Successivamente deodorate l’ambiente.

Pulizia degli interni: tecniche migliori e consigli

In generale per ottenere il massimo della pulizia e della sanificazione dell’abitacolo della macchina è sempre bene utilizzare un pulitore a vapore (vaporetto). Grazie alle alte temperature, infatti, le superfici trattate vengono pulite approfonditamente eliminando i batteri, agenti patogeni e polveri che si annidano nei punti più difficili come le cuciture, senza rovinare i materiali con i quali sono assemblati i sedili. Il vapore può essere impiegato per pulire gli interni dell’auto e tutte le tappezzerie, dai sedili, al cruscotto, dal tetto interno alle portiere. Può essere impiegato anche per pulire tappetini e moquette.

Prima di iniziare a pulire le varie componenti interne della vettura è opportuno rimuovere dall’abitacolo tutti gli oggetti non necessari, svuotare e lavare il posacenere, tutti i cassetti e i vani degli sportelli. Una volta completata questa operazione preliminare potete utilizzare un’aspirapolvere per rimuovere e aspirare bene i residui di cibo o di sporco presenti sulle superfici. A questo punto si potrà provvedere al lavaggio con il vapore.

Regolate l’intensità del getto di vapore e procedete alla pulizia utilizzando le spazzole in dotazione delicatamente, così da non rischiare di rovinare i tessuti e i rivestimenti dell’abitacolo.

Il vapore vi permetterà di smacchiare e sanificare, raggiungendo tutte le superfici per garantire un’ottima pulizia degli interni. Vi consente inoltre di risparmiare sia acqua che tempo. Infatti pulire col vapore è un’operazione più veloce rispetto alla pulizia tradizionale, oltre ad essere un trattamento ecologico e sicuro.

Come trattare i rivestimenti in pelle

Per pulire i sedili dell’auto con rivestimenti in pelle la procedura da seguire è più complessa proprio per evitare di rovinarli o macchiarli irrimediabilmente. Anche in questo caso è fondamentale passare preventivamente l’aspirapolvere, e successivamente utilizzare un detergente poco aggressivo sui sedili in pelle, con una spazzola a setole morbide. Per il risciacquo si dovrà utilizzare acqua demineralizzata e un panno in microfibra.

Effettuate le operazioni di pulizia dei sedili in pelle all’ombra per evitare che il calore del sole possa macchiare i rivestimenti; qualora fosse inverno quando effettuate le pulizie accendete il riscaldamento così da far assorbire meglio il detergente.

Come pulire i rivestimenti in tessuto

Molti si chiedono come pulire i sedili dell’auto qualora questi siano in tessuto, per non rischiare di rovinarli, essendo un materiale delicato. Se non si vuole usare il vapore sarà comunque possibile utilizzare il bicarbonato, oppure provvedere con il lavaggio a secco. Nel primo caso sarà sufficiente miscelare il bicarbonato con dell’acqua per ottenere un prodotto in grado di smacchiare e rimuovere gli odori sgradevoli dai tessuti; nel secondo caso, invece, esistono in commercio numerosi prodotti specifici per i lavaggi a secco che non bagnano i sedili e non necessitano di risciacquo.

Questi vengono erogati in forma di schiuma, devono essere lasciati agire per qualche minuto e successivamente vanno rimossi con un panno in microfibra. Subito dopo il lavaggio sarà necessario tenere aperte le portiere dell’auto facilitando l’ingresso di aria calda per far asciugare l’umidità residua dai sedili in tessuto.

 

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto:: è veloce e senza impegno

L’articolo Guida per pulire i sedili dell’auto sembra essere il primo su Blog Linear.