Guidare senza assicurazione, quali sono i rischi?

Mettersi in auto senza assicurazione o avendo superato la data di scadenza è un reato e comporta sanzioni pesanti. Le nuove procedure di controllo facilitano l’individuazione dei trasgressori. Ecco cosa si rischia.

Guidare un veicolo assicurato è una tutela per sé stessi e per gli altri automobilisti, ma secondo le stime della Polizia di Stato in Italia circolano almeno 3 milioni di veicoli privi di copertura delle compagnie assicurative, violando il Codice della Strada che prevede sanzioni severe. L’assicurazione è obbligatoria per la sicurezza di qualsiasi veicolo, compresi quelli posteggiati su un’area pubblica; guidare sprovvisti della polizza comporta una serie di rischi e di sanzioni. Chi provoca un sinistro stradale è obbligato a risarcire in proprio i danni provocati a terzi.
Vediamo quali sono le conseguenze e le sanzioni.


Guidare senza assicurazione: le sanzioni previste

L’articolo 193 del Codice della Strada stabilisce che tutti veicoli a motore senza guida di rotaie, compreso i filoveicoli e i rimorchi, non possono essere posti in circolazione sulla strada senza la copertura assicurativa a norma delle vigenti disposizioni di legge sulla responsabilità civile verso terzi. Un obbligo valido anche quando il veicolo è parcheggiato in un’area pubblica.

Il guidatore che circola senza la copertura dell’assicurazione è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da un minimo di 849,00 fino a 3.396,00 euro (pagamento entro 60 giorni). È possibile fare ricorso presso un tribunale se si ritiene di avere argomenti validi per un reclamo formale.

Ma c’è la possibilità di un risparmio: infatti, secondo le disposizioni in vigore del Codice della Strada, la sanzione può essere ridotta del 25% se il rinnovo della polizza viene effettuato entro 30 giorni. La riduzione vale anche in caso di demolizione del mezzo entro 30 giorni dal verbale.

Nell’ipotesi di recidiva in cui il trasgressore violi per una seconda volta l’obbligo di assicurazione, la legge stabilisce il doppio della sanzione pecuniaria, la sospensione della patente di guida e il veicolo è sottoposto a fermo amministrativo per 45 giorni.

Per chi viaggia su strada senza copertura assicurativa e provoca un sinistro, è obbligatorio il risarcimento a suo carico dei danni provocati a terzi. A tutela delle vittime il risarcimento dei danni viene garantito dal Fondo di Garanzia Vittime della Strada, che a sua volta farà richiesta di rimborso al conducente del veicolo sprovvisto di RC Auto. A volte il responsabile dell’incidente che sia sprovvisto di assicurazione per il proprio mezzo peggiora la sua posizione e fugge via senza prestare aiuto. Il mancato soccorso legittima il malcapitato a sporgere denuncia e darà il via ad un procedimento disciplinato dal codice penale.

È comunque prevista una tolleranza ai sensi dell’art. 1901 del Codice Civile. In caso di mancato pagamento dei premi, l’assicurazione produce effetto per i 15 giorni seguenti e rimane sospesa a partire dalle ore ventiquattro del quindicesimo giorno dopo quella della scadenza. Si tratta quindi di una proroga bonus, durante la quale regolarizzare i pagamenti e il rinnovo dell’assicurazione. Inoltre la sanzione amministrativa è ridotta ad un quarto quando l’assicurazione del veicolo per la responsabilità verso i terzi sia comunque resa operante nei 15 giorni successivi al termine di cui all’art. 1901 del Codice Civile. La sanzione amministrativa è ridotta ad un quarto quando l’interessato entro trenta giorni dalla contestazione della violazione, previa autorizzazione dell’organo accertatore, esprime la volontà e provvede alla demolizione e alle formalità di radiazione per demolizione del veicolo. In tale caso l’interessato ha la disponibilità del veicolo e dei documenti relativi esclusivamente per le operazioni di demolizione e di radiazione del veicolo previo versamento di una cauzione pari all’importo della sanzione minima di 849,00 euro.

Vi sono anche automobilisti che pensano di essere in regola ma in realtà sono vittime di truffe con finte assicurazioni, perciò rivolgetevi sempre ad imprese assicuratrici affidabili. L’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni sottolinea che la richiesta di pagamenti di premi su carte PostePay o su altre carte ricaricabili intestate a privati sono irregolari.

Guida senza assicurazione e sequestro del veicolo

Oltre al verbale con sanzione, scatta anche il provvedimento di sequestro dell’auto che viene prelevata con un carro attrezzi, trasportata e custodita in un luogo sicuro e non di pubblico passaggio. Il ritiro del veicolo durerà fino al rinnovo della polizza o alla demolizione definitiva.

Per ottenere la restituzione occorre pagare la sanzione, attivare una polizza assicurativa della durata di almeno 6 mesi, pagare le spese di prelievo, trasporto e custodia del veicolo.

Guida senza assicurazione e punti patente

Mettersi alla guida con l’assicurazione auto non in regola comporta una serie di sanzioni e conseguenze pesanti per il proprietario del veicolo. Infatti, oltre alla multa e al sequestro del veicolo, con le relative spese da pagare, chi viene sorpreso senza l’assicurazione obbligatoria o con l’assicurazione scaduta dopo i 15 giorni di margine consentito si vedrà decurtare 5 punti dalla patente.

Guida senza assicurazione: nuove procedure di controllo

Oggi sfuggire ai controlli sperando di farla franca non è facile, infatti sono state introdotte nuove misure di controllo per rilevare gli automobilisti non in regola con il pagamento del bollo dell’assicurazione. Ad esempio le telecamere che sorvegliano gli accessi alle zone ZTL, oltre agli Autovelox, Tutor e Telepass possono essere utilizzati anche per monitorare le auto non assicurate.

Senza dimenticare il nuovo dispositivo Autoscan con il quale la Polizia Stradale può leggere in tempo reale la targa dei veicoli a motore. L’Autoscan 2.0 è un dispositivo dotato di telecamere che si può montare su un cavalletto in grado di leggere le targhe dei veicoli; è collegato alla banca dati della Motorizzazione e può svolgere numerosi accertamenti, scovare auto senza assicurazione oppure con la revisione scaduta, macchine rubate e perfino trovare la classe ambientale di appartenenza dell’auto.

Ulteriore assistenza la si trova sul sito web del Portale dell’Automobilista, nel quale è disponibile il servizio “Verifica Copertura Assicurativa RCA” dove basta inserire il numero di targa di un veicolo o di un ciclomotore per scoprire se questo è coperto.

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

L’articolo Guidare senza assicurazione, quali sono i rischi? sembra essere il primo su Blog Linear.