Incentivi auto delle case automobilistiche 2019

Dopo alcuni mesi di grave crisi del mercato dell’auto fatti registrare alla fine del 2018, questo inizio di 2019 ha visto nascere una serie di iniziative che cercano di perseguire il duplice obiettivo di incentivare il rinnovamento del parco veicoli in circolazione sulle nostre strade e dare ossigeno all’industria dell’automobile provata dai recenti cali nelle vendite.

Agli incentivi auto disegnati dal governo con la legge di bilancio del 2019 finalizzati da un lato a spingere le vendite di auto elettriche ed ibride (ecobonus) e scoraggiare chi continua ad utilizzare autoveicoli obsoleti ed inquinanti (ecotasse), ora si aggiungono moltissime promozioni delle case automobilistiche che puntano a rendere ancor più vantaggiosa la sostituzione delle nostre vecchie auto.

Gli incentivi auto disegnati dalle varie case di produzione prendono forme differenti da marca a marca e da modello a modello, a volte si presentano sotto forma di formule di finanziamento particolare, altre volte assumono l’aspetto di veri e propri ecoincentivi e sconti diretti sui costi di listino.

Per avere un panorama generale è possibile dedicare del tempo alla navigazione sui siti delle case produttrici. Cerchiamo nel seguito di riassumere in sintesi le proposte che ci sembrano più significative delle principali case produttrici.

Fiat: incentivo auto

La Fiat in questo momento presenta in maniera diffusa sui suoi modelli la possibilità di acquistare attraverso un finanziamento con tasso 0 (TAN e TAEG variabili superiori al 6%) e prima rata nel 2020. Sulla gamma Panda (anche GPL e Metano ) è possibile accedere ad un extrasconto di 500€.

L’extrasconto sui modelli Fiat si dilata quando si sale sui modelli Tipo e 500 dove si sale a 1.500€ di incentivo e in alcuni casi arriva a 2.000€.

E’ possibile anche accedere a dei prezzi bloccati per il mese corrente anche per le gamme di auto con alimentazione GPL e a metano.  Non si percepiscono al momento offerte particolari, se non solo sulla 500 in edizione limitata 120° anniversario dove esiste un ecobonus che può arrivare fino a 6.000€.

Volkswagen: incentivo auto

Decisamente più vivace la promozione degli incentivi auto in casa Volkswagen, con diverse proposizioni in forme più articolate, anche se poi stringendo sulle questioni concrete non si vedono incentivi eclatanti.

Si parte anche qui con formule di finanziamento con anticipo zero e a tasso zero (TAN e TAG variabili leggermente superiori al 4%). E’ disponibile un extrabonus di 1.500€ sulle motorizzazioni diesel e di 500€ sulle motorizzazioni benzina.

Interessante la proposta per i giovani under 30 che hanno un ulteriore bonus di 600€ da utilizzare o come sconto sul prezzo finale o per arricchire l’elenco di accessori della loro nuova auto.

Non mancano anche offerte puntuali sui singoli modelli e in particolare sulla T-Roc.

Chiude il panorama delle proposizioni uno sconto del 50% sulla manutenzione prepagata per i primi quattro o cinque anni di vita del veicolo in fase di acquisto.

Lexus: incentivo auto

In casa Lexus, le auto ibride e le proposte relative la fanno da padrone. Lexus adotta la strategia di accompagnare lo spirito dell’ecobonus del governo con degli incentivi dedicati ad alcuni loro modelli. Si presenta così l’offerta denominata “Hybrid Bonus” che prevede incentivi differenziati a seconda del modello con valori variabili dai 4.000€ agli 8.500€ per l’acquisto di un’auto nuova.

L’offerta  e la proposizione di Lexus è estremamente concentrata nella famiglia delle soluzioni ibride e quindi le promozioni, peraltro assai significative dal punto di vista economico, di fatto si limitano ad aggiungere un incentivo molto chiaro per l’acquisto delle loro auto.

Toyota: incentivo auto

Un approccio similare a quello precedente è quello proposto dagli incentivi Toyota. Sull’ampia gamma di modelli ibridi Toyota punta anche ad incentivare con delle opzioni di finanziamento denominate “Pay per drive” che ad un tasso effettivo dell’ordine del 6% offre diversi gradi di libertà, ma soprattutto spinge degli sconti decisi variabili tra i 4.500€ e i 6.500€ per l’acquisto di un nuovo modello in sostituzione di qualsia auto dell’acquirente.

Diverse opzioni sono disponibili sia per i modelli Yaris che per i modelli della gamma Nuova Corolla.

Sembra quindi chiaro che per queste case produttrici che da molti anni propongono con alterni successi le soluzioni ibride questo sembra essere il momento in cui utilizzano delle promozioni semplici e sostanziose per cercare di valorizzare la posizione riconosciuta nella produzione di auto per la mobilità elettrica.

Citroen: incentivo auto

Assai ricca e vivace la proposizione promozionale di Citroen che propone vari modelli con “Ecobonus Citroën” di valore variabile in funzione del modello tra i 2.500€ e i 5.000€. Gli incentivi Citroen risultano più aggressivi sulle auto diesel per le quali anche in casa Citroen sembra sia iniziato il fuggi fuggi finale sotto la spinta delle minacce dei blocchi alla circolazione delle grandi città metropolitane.

Particolarmente aggressiva la proposizione della C-Zero Full Electric che è promossa con un valore di sconto complessivo di circa 12.000€ (comprensivi di ecobonus). Il prezzo di vendita effettivo risente comunque di un prezzo di listino di partenza davvero un po’ altino superiore ai 30.000€.

Comunque sorprende la differenza di proposizione della francese Citroen rispetto alla sua sorella Renault che invece appare avere una proposizione molto classica e poco appariscente.

 

L’articolo Incentivi auto delle case automobilistiche 2019 sembra essere il primo su https://www.6sicuro.it

Seguici su Google+