Migliore utilitaria: consumi, estetica e praticità

La migliore utilitaria di sempre

Muoversi in città è una delle nostre principali incombenze. Per alcuni di noi che non hanno la fortuna di potersi muovere con l’agio dei mezzi pubblici, spesso diventa fondamentale utilizzare un’auto per raggiungere il centro cittadino o recarsi dall’altro lato della nostra città per raggiungere il luogo di lavoro. In questi casi, quando la quotidianità guida la nostra vita, spesso la scelta migliore che possiamo fare è quella di affidarci ad una city car, che ci aiuti a muoverci nel traffico senza lo stress di dover gestire un veicolo ingombrante e dai consumi elevati.

Proprio la variabile consumi negli ultimi due anni e in particolare proprio in questi mesi è diventata un parametro ineludibile da prendere in considerazione se dobbiamo acquistare una nuova automobile. Ma se utilitaria deve essere, quale è la migliore utilitaria a cui affidarsi oggi? Ovviamente non esiste una risposta univoca a questa domanda, tuttavia proveremo a valutare assieme quali possano essere i principali elementi da prendere in considerazione nella scelta della nostra personale migliore utilitaria e daremo un occhio a cosa offre il mercato oggi.

Un po’ tutte le marche dalla FIAT alla Volkswagen, dalla Renault alla Skoda, dalla Mercedes all’Audi, dalla Seat alla Peugeot, dalla Nissan alla Toyota alla hanno una offerta, spesso ricca, in questo segmento.

Scegliere la migliore utilitaria per i nostri spostamenti quotidiani

Le utilitarie sono sempre state tra le auto più utilizzate da chi vive all’interno o nei pressi delle città. Combinano in sé la migliore  praticità con la più efficace gestione di consumi. Ma è soprattutto  in questi ultimi anni che si va affermando un ruolo ancora più importante per le utilitarie. Infatti la sostenibilità ambientale e le regole di controllo sulle emissioni di CO2 imposte dalla Comunità Europea per le nostre aree urbane rende necessario migliorare la qualità dell’aria nei nostri centri cittadini. E’ comparsa l’ecotassa da un lato e gli sgravi sulle tasse automobilistiche dall’altro che spingono nella stessa direzione di favorire le auto di cilindrata ridotta o i veicoli con alimentazione elettrica, ibrida o a metano. Dal punto di vista della sostenibilità ambientale la migliore scelta da fare oggi è di fatto quella di acquisire una utilitaria.

Proprio per questi motivi il segmento delle city car risulta particolarmente affollato e la battaglia di marketing per assegnarsi share adeguati nelle vendite in questo settore particolarmente agguerrita. Identificare quale sia la migliore utilitaria in senso assoluto è un’impresa impossibile e sostanzialmente fuorviante. Ogni utente troverà in questa o in quell’altra caratteristica delle automobili sul mercato quella della migliore utilitaria per le proprie esigenze ed aspirazioni. Quello che si può fare prima di fare la selezione sempre impegnativa per un acquisto è analizzare in maniera rigorosa tutti gli aspetti differenzianti che ci aiuteranno a trovare la nostra personale migliore city car.

Ma quali sono le caratteristiche principali da prendere in considerazione? Noi vi proponiamo di valutare con attenzione questi aspetti:

  • I consumi di carburante e le emissioni di CO2: oltre agli aspetti banali di vantaggio economico nella conduzione di una utilitaria dai consumi migliori, negli ultimi mesi l’offerta di autoveicoli si sta arricchendo con una maggiore scelta di soluzioni alternative rispetto all’alimentazione. Ai classici veicoli a benzina si vanno affiancando in maniera molto più decisa del passato le soluzioni elettriche e ibride, a metano e gas. La scelta del veicolo rispetto al carburante utilizzato è un aspetto che ormai non possiamo più trascurare e dobbiamo farlo valutando molto attentamente le prospettive di medio lungo periodo delle varie tecnologie per la mobilità. Selezionare la migliore utilitaria non può prescindere dal valutare attentamente questo aspetto.
  • L’estetica della nostra futura city car: una utilitaria è naturalmente destinata a farci compagnia per lunghi periodi di una giornata. E’ inutile far finta di ignorare questa realtà. Vivere nel comfort e nella piacevolezza delle finiture dell’interno della nostra auto le noiose code e i tragitti spesso singhiozzanti delle città ci aiuterà sicuramente a trovare i migliori motivi per gustare anche quei momenti.
  • Le funzioni di intrattenimento e l’integrazione con il nostro mondo virtuale: esattamente per gli stessi motivi  del punto precedente le caratteristiche multimediali della nostra city car non sono meno importanti delle scelte sui consumi per scegliere l’auto migliore.
  • La praticità d’uso: per guidare in città la maneggevolezza, la facilità di parcheggio e disporre di uno sterzo leggero e preciso si apprezzano forse più di ogni altra caratteristica.
  • La sicurezza di una  utilitaria: spesso quando si sceglie una utilitaria non la si valuta bene rispetto alla sicurezza. Il pensiero naturale è “Tanto la userò solo in città”. Il nostro consiglio è di non dimenticarci che ogni tanto quell’auto finirà inevitabilmente dentro una tangenziale con traffico intenso o un’autostrada dove circolano dei bestioni, auto e mezzi pesanti, che non hanno paura di nulla. Il tema sicurezza è articolato e non può essere sviscerato in poche righe, ha mille possibili rivoli da esplorare per trovare la migliore soluzione del mercato, ma non di meno il nostro consiglio è tenerlo sempre a mente come parametro importante delle nostre scelte.
  • I costi: lo inseriamo come ultimo punto ma solo perché sappiamo che per molti di noi sarà un elemento di valutazione molto importante. La fascia dei costi è davvero ampissima e, complice un certo livellamento verso l’alto imposto da auto particolari come la Fiat 500, molto meno “a buon mercato” del passato.

Vediamo nel seguito una rapida carrellata di alcune delle principali soluzioni disponibili. Tenete presente che un po’ tutte le case automobilistiche tengono un piede in questo segmento, alcune, di piedi ne tengono pure due.

I modelli del segmento city car

Come anticipato, fare un percorso completo di tutte i veicoli presenti in questo segmento è davvero complesso, identificare la migliore non è affatto semplice specialmente se si analizzano tutti gli aspetti discussi sopra. Partendo da una rapida carrellata si potrà poi approfondire indagando i siti dei costruttori, in continuo movimento, per trovare la migliore per noi. Teniamo anche presente che alcune case automobilistiche stanno spingendo molto o rincorrendo nuove tecnologie proprio sul fronte dell’alimentazione dei veicoli, non è da escludere che la migliore utilitaria per noi si possa nascondere dietro qualcuna delle numerose proposte nuove o imminenti che il mercato sta producendo.

Le proposte Fiat

La Fiat presenta diversi modelli che più o meno possono definirsi tutti appartenenti a questo segmento. Si incomincia con la Panda, auto strutturalmente economica e spartana, rimane nella storia come una dei veicoli più longeve (la sua comparsa risale al 1980). Al suo fianco negli ultimi anni si è andata inserendo con un grandissimo successo la Fiat 500. Ormai tutti la riconosciamo come l’auto che ha invaso le nostre strade cittadine, restyling elegante e raffinato della vecchissima 500, ha saputo coniugare il fascino del vintage con la modernità di interni curati nei dettagli e funzionali nell’utilizzo. Nonostante la larghissima diffusione e una non particolare attenzione all’aspetto consumi, rimane una delle scelte più ambite per l’uso quotidiano in città.

Sempre in questo settore  in casa Fiat possiamo identificare la Punto, auto con storico successo tra i migliori della casa torinese che tuttavia appare sulla via del tramonto.

Ancora non imminente il lancio di Fiat nel settore delle auto elettriche che sicuramente rientreranno nel panorama delle city car. Interessante e chiacchierata è apparsa la proposta presentata nei saloni dell’auto con la Fiat 120 che ancora non ha una sua identità commerciale.

I modelli Volskwagen

In casa Volkswagen vengono identificate come city car i due veicoli  Up! e la Nuova Polo . Si tratta di modelli molto ricchi di accessori e tecnologia, ben seguiti anche con motorizzazioni moderne con anche un’offerta specifica con alimentazione bifuel a metano per andare incontro alle nuove indicazioni di ecosostenibilità.

Sempre sul fronte ecosostenibilità è previsto tra pochi giorni il lancio ufficiale della linea Volkswagen ID di soluzioni elettriche, pensate per affrontare nella maniera migliore le sfide moderne dell’ecosostenibilità.

Le soluzioni CITROËN

In casa Citroën l’offerta è ampia ed articolata. E’ possibile indirizzarsi verso l’entry level Citroën C1 disponibile anche nella versione a cinque porte  con una buona dotazione multimediale per l’uso quotidiano. Oppure si può guadagnare dello spazio con la versione C3. Infine non dimentichiamo la disponibilità della C0  (c zero) che rimane una delle prime soluzioni interamente elettriche per il mercato city car. Non è sicuramente l’utilitaria dal prezzo migliore, perché il costo di listino la posiziona nei segmenti di mercato di tutt’altra fascia, ma merita sicuramente un occhio di attenzione per il coraggio e la qualità della proposizione.

L’utilitaria SEAT

In casa SEAT  si distingue la Mii che offre un look moderno con la possibilità di affiancare anche una motorizzazione ecosostenibile a metano. Quest’ultimo aspetto fa capire come tutte le aziende costruttrici siano finalmente attente ai temi di ecosostenibilità.

Le proposte Peugeot

Le utilitarie Peugeot sono principalmente identificate nel modello 108 e il 208. Si tratta di soluzioni classiche bene allineate con le dotazioni delle moderne tecnologie. Per il modello 208 sono presenti motorizzazioni diesel affiancate a quelle a benzina, mentre non sono ancora presenti alimentazioni differenti anche se, su questo fronte, Peugeot ha puntato decisamente su un modello totalmente elettrico la iOn. Il prezzo di listino di partenza è sicuramente ancora alto (28.000 € circa), ma il livello di innovazione è significativo con tempi di ricarica di 6 ore se collegati alla rete elettrica di casa e soli 30 minuti per ricaricare il veicolo dell’80% su una colonnina dedicata. Il tutto con una autonomia fino a 150km. Anche i costi per 100km sono interessanti, dichiarati ufficialmente come compresi tra 1,5 e 2€. Tra i veicoli elettrici per la città sicuramente uno dei migliori dal punto di vista dell’innovazione.

Le soluzioni Toyota

In casa Toyota si ha  una attenzione particolare e la migliore cura per il segmento delle utilitarie. Due sono i modelli di punta: la Aygo e la Yaris. Si tratta di autoveicoli curati rispetto all’innovazione e sempre molto seguiti in termini di garanzia e supporto. Per la Yaris è disponibile anche la versione “full hybrid” in cui motore elettrico e a benzina cooperano per ottenere il massimo della potenza con il minimo dei consumi. Le tecnologie ibride sono un punto di forza storico della Toyota che l’hanno resa una delle aziende costruttrici più valide su questi fronti innovativi.

L’articolo Migliore utilitaria: consumi, estetica e praticità sembra essere il primo su https://www.6sicuro.it

Seguici su Google+