Reddito di Emergenza: cos’è e come funziona

Con il Decreto Rilancio, il vigore dal 20 maggio 2020,viene introdotto il Reddito di Emergenza. Un sussidio che dovrebbe riguardare circa un milione di famiglie in difficoltà socio-economica a causa dell’emergenza sanitaria.

reddito di emergenza 2020

Cos’è il Reddito di Emergenza?

Si tratta di una forma di sostegno al reddito per cittadini o famiglie, circa un milione la platea dei possibili aventi diritto, che al momento non percepiscono altri sussidi economici, ed è incompatibile con il Reddito di Cittadinanza.

Le caratteristiche del Reddito di Emergenza o Rem, sono le seguenti:

  • sussidio pari a due mensilità;
  • 400 euro per i single;
  • importo che può arrivare fino a 800 euro per le famiglie con più componenti.

Requisiti per il Reddito di Emergenza

Per ottenere il Reddito di Emergenza o Rem, occorre rispettare quattro condizioni:

  • residenza in Italia al momento della domanda, che verrà verificata per il solo componente del nucleo che richiede il beneficio;
  • un valore del reddito familiare, nel mese di aprile 2020, inferiore ad una soglia pari all’ammontare del beneficio;
  • un valore del patrimonio mobiliare familiare nell’anno 2019 inferiore a una soglia di euro 10.000, accresciuta di euro 5.000 per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000; il massimale è incrementato di 5.000 euro in caso di presenza nel nucleo familiare di un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza;
  • un valore dell’ISEE inferiore ad euro 15.000.

Quali sono i limiti di reddito familiare per il Reddito di Emergenza?

Il valore del reddito familiare del mese di aprile 2020, da non superare per avere diritto al beneficio, è pari a 400 euro, che vanno moltiplicati per il valore della scala di equivalenza:

  • 1 per il primo componente del nucleo familiare, quindi 400 euro;
  • 1 più 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di 18 anni;
  • 1 più 0,2, per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2, ovvero fino ad un massimo di 2,1 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizioni di disabilità grave o non autosufficienza.

Facciamo un esempio di un nucleo familiare composto da due genitori e due figli minorenni. La scala di equivalenza sarà 1,8 (1 per il richiedente, 0,4 per il coniuge, 0,2 per il primo figlio e 0,2 per il secondo figlio), con una soglia di reddito pari a 720 (400 euro moltiplicati per 1,8). Se la famiglia di questo esempio ha un reddito mensile superiore a 720 euro, non potrà fare richiesta del Rem pur rispettando gli altri requisiti.

Chi non ha diritto al Reddito di Emergenza?

Non hanno diritto al Rem tutti coloro il cui nucleo famigliare presenta soggetti che percepiscono:

  • altre indennità previste dal Decreto Cura Italia e dal Decreto Rilancio;
  • redditi da lavoro dipendenti superiori alle soglie sopra citate (da 400 a 800 euro);
  • pensione diretta o indiretta, fatta eccezione per l’invalidità;
  • Reddito di Cittadinanza.

Reddito di emergenza: cos’è e come funziona Click To Tweet

Domanda Reddito di Emergenza e importo erogato

La domanda per il Reddito di Emergenza segue le stesse modalità già in funzione per il Reddito di Cittadinanza, dunque se ne occupa l’INPS e si può fare anche tramite CAF o patronati.
La richiesta va inoltrata entro il 30 giugno 2020 e agli aventi diritto verranno erogate due mensilità.

Il calcolo dell’importo di ciascuna delle due mensilità, segue le stesse regole illustrate per il reddito familiare che garantisce l’accesso al beneficio. E cioè un importo base di 400 euro che va moltiplicato per la scala di equivalenza pari a 1 per il primo componente del nucleo familiare ed incrementata di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di 18 anni e di 0,2, per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2, ovvero fino ad un massimo di 2,1 nel caso in cui nel nucleo familiare siano presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza.

In sostanza il valore massimo dell’assegno mensile può raggiungere gli 800, che diventano 840 in caso di presenza di disabili nel nucleo familiare.

Se la situazione economica famigliare è radicalmente cambiata rispetto a quella relativa all’ISEE già in tuo possesso, ti suggeriamo di fare domanda per l’ISEE corrente. Trovi tutte le indicazioni nel nostro articolo ISEE corrente: come richiedere l’indicatore aggiornato della situazione economica della famiglia.

L’articolo Reddito di Emergenza: cos’è e come funziona sembra essere il primo su https://www.6sicuro.it

Seguici su Google+