Rincari sul costo della patente: colpa dell’IVA al 22% e si teme sia retroattiva

rincari patente iva

Dal 3 settembre, l’Agenzia delle Entrate ha revocato il regime di esenzione IVA per i corsi delle scuole guida per conseguire la patente. Restano invariati i costi relativi agli adempimenti burocratici, poiché non sono oggetto del parere dell’Agenzia delle Entrate.

Se così fosse, la conseguenza è che le lezioni di teoria e pratica avranno un costo del 22% in più (aliquota IVA ordinaria), facendo lievitare il costo della patente tra i 150 e i 200 euro, considerando l’intero corso di teoria e le lezioni di guida. Tutto parte da una sentenza della Corte di Giustizia europea che recita:

l’insegnamento della guida automobilistica in una scuola guida, pur avendo a oggetto varie conoscenze di ordine pratico e teorico, resta un insegnamento specialistico che non equivale, di per se stesso, alla trasmissione di conoscenze e di competenze aventi ad oggetto un insieme ampio e diversificato di materie, nonché al loro approfondimento e al loro sviluppo, caratterizzanti l’insegnamento scolastico o universitario

Rincari costo della patente: aumenterà anche di 200 euro Click To Tweet

Aumento costo patente: potrebbe essere retroattiva

L’aumento potrebbe riguardare quanto fatturato dalle scuole guida negli ultimi cinque anni accertabili (il numero di anni entro i quali il Fisco può fare delle verifiche sui contribuenti). Questo significa che le scuole dovrebbero integrare le vecchie dichiarazioni e versare l’IVA sui corsi degli anni precedenti.

Emilio Petrella, segretario autoscuole dell’UNASCA (Unione Nazionale Autoscuole Studi di Consulenza Automobilistica), interpellato da Quattroruote afferma:

Se si pensa che ogni anno sono 800 mila le patenti conseguite attraverso le autoscuole italiane, l’impatto del parere dell’Agenzia e delle entrate sui 3,8 milioni di permessi di guida conseguiti nell’ultimo quinquennio è stimabile in 600 milioni di euro

Un costo che distribuito tra le 7mila autoscuole sparse sul territorio nazionale, ammonta a 85mila euro per ciascuna scuola. Questo potrebbe portare ad ulteriori aggravi per i consumatori finali, su cui le scuole potrebbero riversare parte dell’impatto economico di questa “mazzata”. E a quel punto gli aumenti andrebbero anche oltre i 200 euro stimati.

Resta l’alternativa di conseguire la patente da privatista

L’articolo Rincari sul costo della patente: colpa dell’IVA al 22% e si teme sia retroattiva sembra essere il primo su https://www.6sicuro.it

Seguici su Google+