Ritiro farmaci pressione alta: impurità cancerogene all’interno

farmaci pressione alta

Non c’è pace per i farmaci contro l’ipertensione, e per i soggetti che devono farne uso.

Negli Stati Uniti, l’azienda farmaceutica Torrent Pharmaceutical Limited, ha appena annunciato il ritiro di:

  • 36 lotti di pillole di Losartan potassium;
  • 68 lotti di Losartan Potassium/Hydrochlorothiazed.

La decisione del ritiro è stata presa dall’azienda in accordo con l’Agenzia federale statunitense per il controllo dei farmaci, poiché all’interno delle pillole sono state rinvenute presenze fuori norma di impurità potenzialmente cancerogene. Non è un prodotto venduto in Italia.

Negli ultimi mesi, sia in Europa che negli Stati Uniti, sono state bloccate le vendite di altri farmaci contro l’ipertensione, sempre per lo stesso motivo: presenza di impurità cancerogene.

[clickToTweet tweet=”Ritiro farmaci pressione alta: impurità cancerogene all’interno https://www.6sicuro.it/news/lista-farmaci-pressione-alta-cancerogeni di @MichelaCalculli” quote=”Ritiro farmaci pressione alta: impurità cancerogene all’interno”]

Ritiro farmaci pressione alta: elenco farmaci

Nell’estate 2018 erano già stati ritirati ben 700 lotti di farmaci contro l’ipertensione a seguito di una stretta collaborazione tra AIFA, Agenzia italiana del farmaco, ed EMA, Agenzia europea del farmaco. L’AIFA comunicava che:

La presenza di un’impurezza è stata riscontrata nel principio attivo valsartan prodotto dall’officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, Duqiao, Linai (China) e attualmente risulta che l’impurezza sia presente solo nei prodotti fabbricati nel sito citato. L’impurezza è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come sostanza probabilmente cancerogena per l’uomo, che sarebbe presente nei lotti di materia prima utilizzati per produrre i medicinali contenenti valsartan oggetto di ritiro.

AIFA ha pubblicato l’elenco dei prodotti e dei lotti interessati (Aggiornato al 23/07/2018) contenenti l’impurità N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come sostanza probabilmente cancerogena.

Il consiglio di buonsenso è  quello di controllare se i medicinali assunti contengano sartani e consultare il proprio medico curante, senza interrompere autonomamente le terapie prescritte. Evitate ogni sorta di problema ascoltando il parere di un professionista.

L’articolo Ritiro farmaci pressione alta: impurità cancerogene all’interno sembra essere il primo su https://www.6sicuro.it

Seguici su Google+