Sicurezza stradale, agosto è il mese più critico

Torna la voglia di viaggiare, 20 milioni di italiani sulle strade ad agosto. Prudenza e controlli sono fondamentali, ma anche le campagne di sensibilizzazione per gli automobilisti hanno un ruolo importante. Un esempio arriva dall’Argentina.

Mettersi la volane e usare il telefono cellulare è senza dubbio una delle peggiori abitudini, e purtroppo diffusissima tra gli automobilisti. Guidare con una mano mentre l’altra usa il cellulare, oppure scrivere o rispondere ai messaggi distogliendo lo sguardo dalla strada e dalla circolazione, sono comportamenti irresponsabili che mettono a repentaglio vite umane. Leggerezze che possono costare carissimo per la sicurezza, soprattutto nel periodo estivo con la massima concentrazione di mezzi sulla rete stradale a causa degli spostamenti per recarsi nei luoghi di villeggiatura.

Ad agosto 20 milioni di italiani sulle strade

È prevista una forte ripresa dei viaggi, con criticità sulla rete. La sicurezza stradale è prioritaria

Nuovo Codice della Strada, pene più severe

Sanzioni fino a 2.588,00 euro e sospensione della patente per chi usa il cellulare

Social Crash, la campagna di comunicazione per la guida sicura

In Argentina auto incidentate posizionate contro icone giganti raffiguranti i social network

Ad agosto 20 milioni di italiani sulle strade

È tornata voglia viaggiare e godersi l’estate dopo le pesanti restrizioni imposte dalla pandemia nei mesi precedenti; il livello dell’attenzione e i comportamenti prudenti non devono mai venire a mancare quando ci si mette alla guida, soprattutto in questo periodo estivo con l’aumento del traffico. Basti pensare che solo a luglio sono stati circa 15 milioni gli italiani che hanno deciso di andare in vacanza, con un aumento del 9% rispetto allo scorso anno. Numeri in aumento ad agosto con circa 20 milioni di italiani in viaggio, in particolare la Polizia di Stato prevede che il 14 agosto sarà una giornata da bollino rosso con possibili criticità su tutta la rete. Numeri imponenti che ogni anno si ripetono e che in assenza di ripensamenti degli stili di guida e cambiamenti radicali dei comportamenti pericolosi al volante rischiano di compromettere la sicurezza stradale.

Prima di mettersi alla guida bisognerebbe pensare al rischio che si corre ogni volta che si commette l’imprudenza di utilizzare lo smartphone: uno studio recente della Commissione Europea conferma che le distrazioni alla guida causano tra il 10 e il 30% di incidenti stradali all’interno dell’Unione Europea. Uno dei principali fattori di distrazione è certamente l’utilizzo del cellulare al volante, come qualsiasi altro device.

Per rendersi conto di quanto la sicurezza stradale sia a repentaglio, basti pensare che appena 10 secondi di distrazione, ad una velocità di 100km/h, equivale a percorrere a occhi chiusi una distanza simile a quella di 3 campi da calcio.

Perciò il suggerimento è quello di seguire quanto prescritto dal Codice della Strada e di limitare l’uso di supporti tecnologici durante la guida. Se dovete effettuare o ricevere telefonate fatelo solo dopo aver installato e attivato il vivavoce nell’abitacolo. Prestate sempre la massima attenzione, e soprattutto in questi giorni di forte traffico sulla rete autostradale e stress, evitate distrazioni, fate le soste per riposarvi al primo segnale di stanchezza, e allontanate il cellulare dalla vostra attenzione, per evitare di avere la tentazione scrivere messaggi o fare telefonate.

Nuovo Codice della Strada, pene più severe

Il nuovo Codice della Strada in vigore da quest’anno, proprio per limitare il più possibile questa pessima abitudine, prevede un inasprimento delle sanzioni: l’uso del cellulare, così come del tablet o del computer, comporta multe di un importo da 422,00 a 1.697,00 euro con la sospensione della patente da sette giorni, a due mesi, e decurtazione di 5 punti dalla patente.

In caso di recidiva la sanzione sale fino a 2.588,00 euro, con sospensione della patente da uno a tre mesi e decurtazione di 10 punti dalla patente.

Social Crash, la campagna di comunicazione per la guida sicura

Suggerimenti e avvertimenti evidentemente non sono sufficienti, servono nuove campagne di sensibilizzazione per spingere gli automobilisti a cambiare i propri comportamenti. Un esempio interessante viene dall’Argentina, dove per sensibilizzare l’opinione pubblica, in passato, hanno ideato la campagna di comunicazione “social crash” con installazioni di auto schiantate contro le icone delle piattaforme social media più diffuse. Un’iniziativa molto dura, ma in grado di attirare l’attenzione su un problema diffusissimo, soprattutto nel periodo estivo con l’aumento del traffico.

Lo slogan della campagna pubblicitaria “Manejás o mensajeás” significa “Se guidi, guida e basta!” ed è scritto sui tabelloni luminosi in autostrada. Ma l’attenzione degli automobilisti è colpita da quello che affianca lo slogan: delle macchine realmente danneggiate in seguito ad incidenti stradali, posizionate contro delle icone giganti raffiguranti i social media. Il messaggio è chiarissimo, se usi lo smartphone per chattare, guardare i social, rispondere ai messaggi, rischi di mettere in pericolo la tua vita e quella di altre persone.

Un’auto vera schiantata contro un “social” ai bordi dell’autostrada, non è certamente una cosa che si vede spesso, ma le autorità argentine sperano che un messaggio, così esplicito e duro, possa prevenire il sempre maggiore numero di incidenti.

 

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

L’articolo Sicurezza stradale, agosto è il mese più critico sembra essere il primo su Blog Linear.