Unicredit, attacco hacker: furto di dati

unicredit attaco hacker

Ha destato scalpore il furto di dati di 3 milioni di clienti Unicredit. La banca assicura che si tratta di dati personali ma non sensibili e che sta avvertendo i clienti interessati.

Vediamo i contorni del caso:

  • 3 milioni i clienti coinvolti, il file è stato creato nel 2015;
  • i soggetti coinvolti vengono avvertiti esclusivamente con posta cartacea o notifiche via app per il mobili banking (SMS e email non sono assolutamente previsti, poiché strumenti privilegiati di phishing da parte di che ruba i dati);
  • i dati coinvolti sono personali ma non sensibili, riguardano infatti nomi, cognomi, numeri di telefon e indirizzi di posta elettronica;
  • il furto riguarda solo clienti italiani dell’istituto di credito.

Data la natura delle informazioni rubate, i clienti non rischiano furti sui propri conti correnti ma potrebbero essere soggetti a campagne di phishing via mail o SMS, motivo per cui Unicredit non sta usando questi due canali per comunicare con le vittime.

Furto dati Unicredit: come difendere i dati bancari? Click To Tweet

Come tenere al sicuro i dati bancari?

Il tema della sicurezza dei conti correnti torna alla ribalta, dunque vediamo cosa puoi fare per tutelare le informazioni che ti riguardano per ridurre al minimo i rischi.

Una premessa: la violazione emersa in questi giorni risale però al 2015 e dunque possiamo già contare su un’evoluzione dei sistemi di sicurezza.

Detto questo, torniamo ai consigli pratici:

  • come avrai capito leggendo il paragrafo precedente, non devi dar seguito a comunicazioni ricevute via SMS o via posta elettronica, in particolare se ti chiedono le credenziali di accesso ai tuoi conti, nel dubbio contatta la tua banca;
  • tieni sempre aggiornate le app di mobile banking e il browser che usi per l’Internet banking, questo consente di avere sempre i livelli di sicurezza molto elevati;
  • abbi cura delle credenziali di accesso e non conservale dove potrebbero essere facilmente sottratte.

Ti ricordiamo inoltre che con l’entrata in vigore della direttiva PSD2, è necessario confermare le operazioni bancarie anche con dati biometrici come impronte digitali o riconoscimento facciale, dunque diventa più complesso agire su conti altrui.

L’articolo Unicredit, attacco hacker: furto di dati sembra essere il primo su https://www.6sicuro.it

Seguici su Google+