Spia del motore accesa: cosa fare e quando preoccuparsi

La segnalazione fissa o lampeggiante indica un’avaria del propulsore, perciò serve assistenza per individuare il problema che potrebbe danneggiare l’auto. Vediamo di cosa si tratta. 

Da diversi anni le macchine comunicano in maniera sempre più sofisticata, utilizzando spie e sensori per effettuare continue diagnosi sulle componenti principali di tutti i tipi di motori. Con l’introduzione delle normative antinquinamento le automobili sono equipaggiate con una serie di tecnologie, per diminuire le emissioni nocive dei gas di scarico nell’atmosfera. Tra queste abbiamo la spia gialla di controllo dell’avaria del motore, per monitorare l’efficienza dell’impianto, segnalare un aumento delle emissioni e comunicare la necessità di sostituire eventuali componenti deteriorati. Vediamo come riconoscerla e cosa fare se inizia a lampeggiare.


Spia del motore: come riconoscerla e a cosa serve

La spia del motore, nota anche come spia controllo avaria motore, è visibile sul cruscotto e riproduce la forma di un propulsore. In condizioni normali si accende solamente quando si gira la chiave di avviamento, mentre le sonde collegate effettuano una diagnosi dei componenti collegati alle emissioni della vettura. Se non ci sono guasti la spia si spegne automaticamente appena il motore del veicolo si è acceso. Non va confusa con la spia di colore rosso della temperatura dell’acqua o quella della batteria.

È visibile nel quadro strumenti e fa parte del gruppo di indicatori che emettono una luce color giallo ambra. Si accende all’avvio della vettura per effettuare i check di sistema e segnalare la presenza di un difetto o di un problema che richiede una diagnostica approfondita o l’intervento di un meccanico in un’officina specializzata, con i ricambi necessari.

Cosa succede se rimane fissa o se si accende durante la marcia? Ecco come riconoscere eventuali problematiche alla power-unit.

Spia del motore fissa e lampeggiante: cosa vuol dire

Quando si gira la chiave di avviamento si accendono una serie di spie, ma dovrebbero spegnersi una volta messo in moto il veicolo. Una spia accesa segnala un malfunzionamento o un’inefficienza di una delle parti controllate dal sistema di bordo. Per sicurezza controllate il manuale, fate alcune prove, spegnete e riaccendete l’auto per verificare se la spia resta accesa.

La spia di colore giallo del motore fissa e continua significa che il guasto potrebbe essere serio, perciò è importante rivolgersi a un’officina specializzata per far controllare l’auto. Le cause dell’avaria possono riguardare il funzionamento del sistema di iniezione, un’anomalia nel pedale dell’acceleratore, una situazione da verificare inerente l’impianto di scarico. Spesso il problema della spia gialla motore fissa è riconducibile al combustibile sporco, soprattutto se si manifesta dopo un rifornimento di carburante. Questo si verifica specialmente quando il serbatoio è vuoto, poiché il nuovo liquido immesso andrà a staccare i sedimenti depositati sul fondo. Talvolta può accadere che la spia del motore si attivi, senza tuttavia notare alcuna differenza nelle prestazioni del veicolo e tutto sembra funzionare correttamente. In questo contesto la spia motore potrebbe indicare un’anomalia nel funzionamento delle valvole EGR, il dispositivo che serve a ridurre le emissioni nocive dal tubo di scarico.

In presenza della spia lampeggiante, invece, la causa del problema potrebbe risiedere nel catalizzatore. Si tratta di una situazione più seria rispetto a quelle precedenti, perciò per evitare danni moderate la velocità ed evitate di restare alla guida in strada per lunghi tragitti. Anche in questo caso rivolgetevi il prima possibile a un professionista per una revisione.

Il catalizzatore è un dispositivo antinquinamento, utilizzato nei vecchi modelli di auto prima che venisse rimpiazzato dai filtri antiparticolato (FAP). Grazie a una serie di reazioni chimiche, questo componente applicato all’impianto di scarico attira le particelle nocive liberate dalla combustione del carburante, affinché non vengano rilasciate nell’atmosfera. I sensori comunicano dati fondamentali alla centralina, quindi una lettura non corretta potrebbe essere causa di diverse anomalie.

Può anche presentarsi un’evenienza molto rara, ossia che la spia stessa sia rotta o malfunzionante. In questo caso basta resettare l’impianto, oppure cambiare il sensore che causa un banale problema elettrico.

Spia del motore accesa: cosa fare

Quando si nota la spia del motore gialla accesa, fissa o lampeggiante, per sicurezza è necessario far verificare l’anomalia da un tecnico esperto che sicuramente conosce le soluzioni al problema. Con la spia accesa fissa le cause potrebbero essere numerose, perciò non necessariamente di una condizione grave. Ma il problema non va sottovalutato, serve comunque assistenza.

Per diminuire il rischio che la spia del motore si accenda improvvisamente, è essenziale effettuare sempre i tagliandi di manutenzione, eseguendo almeno un check-up l’anno del veicolo per risolvere in anticipo i problemi. Una buona abitudine vi eviterà guasti improvvisi e situazioni di emergenza, mantenendo sempre in funzione il motore del vostro veicolo.

Spia del motore accesa: quando preoccuparsi

Se la spia gialla si accende, il rischio principale consiste nell’aumento dei consumi e delle emissioni inquinanti, oltre ad una perdita di efficienza dei veicoli piuttosto rilevante. Il malfunzionamento mette a rischio anche la conduzione del mezzo, poiché la centralina potrebbe decidere che i parametri sono eccessivi e compromettere l’andatura. Se il rapporto tra aria e carburante è errato, si perde potenza del motore e il veicolo potrebbe fermarsi del tutto, costringendovi a chiamare il soccorso stradale e sostenere i relativi costi di assistenza.

Scopri subito quanto puoi risparmiare sulla polizza auto: è veloce e senza impegno

L’articolo Spia del motore accesa: cosa fare e quando preoccuparsi sembra essere il primo su Blog Linear.